Cambiare residenza a Roma: indirizzi e consigli 2017

Il comune di Roma riceve ogni anno oltre 100.000 richieste di residenza, il che include sia cittadini che cambiano indirizzo all’interno della capitale, che chi si trasferisce da un altro comune. Se state per installarvi nella vostra nuova abitazione, potete potete scegliere se occuparvi già ora delle pratiche burocratiche o se farlo successivamente, comunicando il nuovo indirizzo all’Ufficio Anagrafe, entro un massimo di 20 giorni dopo il trasferimento.


Come procedere?

La prima cosa da fare è scaricare online la dichiarazione di residenza, che potete trovare qui come PDF. Una volta compilato, è possibile inviarle la domanda via mail, fax o PEC.


Quali sono gli indirizzi?

Potete rivolgervi a:


Quali sono le tempistiche?

Il vostro nuovo indirizzio sarà ufficialemente registrato entro 2 giorni dalla ricezione della vostra domanda (il che può variare rispetto alla data di invio in base a festività o orari di apertura dell’Ufficio Anagrafe). Questo vale sia per cittanini provenienti da altri comuni, che per cittadini romani.

 



Per chi non è residente italiano, il processo è simile, ma in aggiunta sarà necessario allegare il proprio permesso di soggiorno e la dichiarazione dei dati anagrafici (rilasciata dal consolato italiano).


Domande frequenti:

 

Ho cambiato indirizzo a Roma, a chi devo comunicarlo oltre al comune?

Dal punto di vista statate, università, scuole, e posti di lavoro sono la cosa più importante da ricordare. Dal punto di vista privato, la propria banca, eventuali abbonamenti a riviste e giornali, subscription a servizi vari, ma la lista è lunga, date un’occhiata qua per ulteriori informazioni.


Visita il sito del comune


Offriamo modulistica e informazioni utili anche per i seguenti comuni italiani: Padova, Milano, Torino, Verona. Se invece avete bisogno di una ditta di traslochi, potete rivolgervi agli specialisti di Trasloco Roma.


Indirizzo: via Luigi Petroselli n. 50 – 00186 Roma